Plastiche per applicazioni negli interni dei velivoli

Collaudate FAR 25.853 ed autoestinguenti

L'impiego di materiali plastici è una buona soluzione per ridurre i consumi energetici, grazie al peso ridotto rispetto ai metalli. Per essere considerati idonei alla realizzazione di applicazioni per gli interni dei velivoli, tutti i materiali impiegati dall'industria aerospaziale devono soddisfare molteplici e stringenti requisiti tecnici studiati per limitare le possibili conseguenze di un incendio in cabina, mantenendo un ragionevole livello di sicurezza per i passeggeri. 
Per garantire la protezione antincendio negli aerei, la Federal Aviation Administration (FAA) richiede varie procedure di prova antincendio (come la FAR 25.853) al fine di dimostrare che i materiali impiegati negli aereomobili rispondono a specifici criteri di prestazione quando esposti a calore o fiamme.

Considerando la gamma standard di materiali plastici, i nostri semilavorati ad elevate prestazioni come PEEK, PEI e PPS generalmente soddisfano i requisiti di resistenza alle fiamme senza necessità di modifiche. Altri materiali come il nylon, ad esempio, per poter rispondere a questo requisito devono essere modificati tramite speciali additivi.

Per questa ragione abbiamo ideato dei prodotti termoplastici specifici per questo settore industriale additivati con ritardanti di fiamma: questi materiali sono stati progettati per incontrare al meglio le richieste tipiche degli interni dei velivoli e possono rappresentare una valida alternativa ai materiali ad elevate prestazioni, qualora non siano richieste elevate prestazioni meccaniche e di resistenza alle temperature, con costi inferiori. 

Questi sono i materiali Ensinger testati FAR 25.853:

Ensinger li propone sotto forma di semilavorati plastici in barre tonde, lastre o tubi disponibili a magazzino. Sono inoltre possibili personalizzazioni su richiesta.

PA 6 Flame Retardant Plastic Material TECAMID 6 FRT natural

TECAMID 6 FRT natural

Il TECAMID 6 FRT è una PA 6 modificata per avere proprietà intrinseche di resistenza alla fiamma. Questo nylon combina buona resistenza all’usura e proprietà di scorrimento con elevata resistenza...

TECAMID 66 GF15 FR black

TECAMID 66 GF15 FR black è uno speciale nylon 66 caricato fibre di vetro progettato per l'uso nell'interior design degli aerei di linea.

TECANYL VH2 black

TECANYL VH2 black è un materiale plastico in PPE appositamente formulato per l'uso nell'interior design degli aerei.

altre PLASTIChe ad elevate prestazioni resistenti al fuoco

Abbiamo testato per l'infiammabilità anche altri nostri materiali ad elevate prestazioni: 

Sono state eseguite prove di combustione verticale sia a 60 secondi che a 12 secondi, oltre a quelle per emissione di fumi e tossicità. Su richiesta possono essere eseguiti ulteriori test anche per il rilascio di calore.

Offriamo un'ampia gamma di materiali in grado di rispondere alle esigenze di numerose applicazioni tipiche dell'interior design degli aerei come sedili, illuminazione, cambusa e attrezzature varie per la cabina di pilotaggio.
Grazie alla possibilità di scegliere tali materiali dal nostro portafoglio prodotti standard, questi semilavorati aprono nuove possibilità e opportunità per nuove soluzioni di design negli spazi interni degli aerei di linea e privati.

I materiali destinati all'utilizzo nella cabina degli aerei e negli altri ambienti interni devono soddisfare determinati requisiti di infiammabilità.  

Tuttavia, è la reale posizione del particolare nell'aeromobile a determinare se è richiesto solo il test di infiammabilità o se è necessario eseguire l'intera gamma delle cosiddette prove FST (fuoco, fumo e tossicità), che includono :

  • Prova di infiammabilità con combustione verticale per 60 secondi e/o 12 secondi
  • Prova di densità di fumo / emissione di fumo
  • Tossicità di combustione
  • Rilascio di calore 
  • Infiammabilità secondo prova di combustione orizzontale per 15 secondi

Il test di infiammabilità di Ensinger per i materiali plastici indicano sempre lo spessore testato, che corrisponderà allo spessore di parete più sottile ammissibile per la realizzazione dei particolari finiti. Per ciascun materiale è possibile conoscere i test superati consultando la scheda tecnica, scaricabile nella relativa pagina prodotto. I certificati di infiammabilità sono inoltre disponibili su richiesta al momento dell'ordine.

I risultati dei test sui nostri materiali sono un utile supporto che i clienti possono usare per avere un'indicazione dei potenziali risultati quando si eseguono i test FST sul particolare finito o sul sottoinsieme. Questo consente di selezionare in modo rapido e sicuro il materiale più adatto per la propria applicazione.
I nostri tecnici sono inoltre sempre disponibili per rispondere ad eventuali quesiti o seguirvi nell'esecuzione di eventuali test aggiuntivi: per esempio possiamo eseguire test di infiammabilità su spessori diversi.

far 25.853 e jar 25.853

I requisiti per l'uso di materiali nei velivoli, in particolare negli spazi interni, sono abbastanza simili in tutto il mondo e sono chiaramente descritti da varie agenzie di regolamentazione. 
La regolamentazione per i velivoli è definita principalmente da 2 norme pressoché equivalenti:
  • in USA : la FAR (Federal Aviation Regulation) parte del Titolo 14 del CFR (Code of Federal Regulations), rilasciato dalla FAA (Federal Aviation Administration)
  • in Unione Europea: le CS (Certification Specifications) o la JAR (equivalente della FAR, creata in Europa), rilasciata dalla EASA (European Aviation Safety Agency)
Gli aeromobili di linea sono coperti dalla sezione/parte “25” di entrambe le normative; gli interni degli aereomobili sono coperti dalla sezione “853”. Si fa quindi riferimento a “FAR 25.853”, "JAR 25.853”, “JAR-25, § 25.853”, “FAR Part 25, § 25.853”,  “14 CFR Part 25.853”, “CS 25.853”.


Al fine di definire istruzioni e precauzioni più dettagliate, i principali produttori di velivoli hanno redatto una propria documentazione interna, con contenuti simili per quanto riguarda le prove FST.

  • BSS: « BOEING SAFETY STANDARD » 
  • AITM: « AIRBUS INDUSTRIES TEST METHOD », tutti raccolti nel documento « AIRBUS DIRECTIVE» ABD0031
 
I diversi test sono descritti nell'Appendice F della norma FAR/CS 25.
Tutti i materiali devono superare i test di combustione verticale. Alcuni componenti degli interni come il soffitto, i pannelli delle pareti, i divisori, la cambusa, gli armadi grandi o i vani portaoggetti della cabina devono superare anche le prove di emissione di fumi, tossicità e rilascio di calore.

CORRiSPONDENza tra FAR 25.853, standard AIRBUS e BOEING

Nella tabella seguente sono elencate le corrispondenze tra i metodi di prova utilizzati in FAR 25.853, AITM e BSS.

Test 

FAR 25.853 

Specifiche
Airbus ABD 0031      

Specifiche
Boeing

Infiammabilità
60 secondi Verticale

FAR Part 25, § 25.853 (a) e Appendice F, Part I, para. (a)(1)(i)

 AITM 2.0002A  BSS 7230 F1
Infiammabilità
12 secondi Verticale

FAR Part 25, § 25.853 (a) e Appendice F, Part I, para. (a)(1)(ii)

 AITM 2.0002B  BSS 7230 F2
Infiammabilità
15 secondi Orizzontale   

FAR Part 25, § 25.853 (a) e Appendice F, Part I, para. (a)(1) (iv)  

 AITM 2.0003  BSS 7230 F3
 

FAR Part 25, § 25.853 (a) e Appendice F, Part I, para. (a)(1) (v)

   BSS 7230 F4
 Rilascio di calore

FAR Part 25, § 25.853 (d) e Appendice F, Part IV

 AITM 2.0006  BSS 7322
 Densità del fumo

FAR Part 25, § 25.853 (d) e Appendice F, Part V

 AITM 2.0007A & B  BSS 7238
 Tossicità per combustione  N/A  AITM 3.0005  BSS 7239