Plastica marcabile laser

La marcatura laser della plastica, o incisione della plastica, è un processo durante il quale i componenti sono etichettati o marcati con l'utilizzo di un laser. Il tipo di polimero con cui è realizzato il componente influenza il metodo migliore da utilizzare e anche l'apporto energetico necessario per marcare la plastica con il laser. Il risultato della marcatura dipende, per la maggior parte dei casi, dal tipo di polimero, dagli additivi (ad esempio i coloranti), e dal tipo di laser impiegato.  La marcatura a laser è un processo ottico senza contatto nel quale il materiale plastico assorbe il raggio laser. Questo principio è lo stesso impiegato per la saldatura a laser dei materiali plastici durante la quale una parte assorbe il raggio laser e l'altra è trasparente al laser stesso.
Numerosi materiali plastici e termoplastici posso essere marcati a laser. Se un particolare materiale plastico non può essere marcato laser, può sempre essere modificato con l'aggiunta di un additivo idoneo o un masterbatch per la marcatura. Additivi come pigmenti colorati possono inoltre influenzare la possibilità di marcare a laser un materiale plastico. 

vantaggi della marcatura laser

La marcatura laser è un processo sempre più frequente nelle applicazioni industriali in quanto considerata particolarmente affidabile, oltre ad avere numerosi altri vantaggi. E' estremamente resistente, a prova di falsificazione e il risultatò può essere di alta qualità. 

Altri vantaggi della marcatura laser rispetto ai metodi tradizionali:

  • Marcatura permanente, resistente all'acqua, all'usura, al calore, alla luce e agli agenti chimici
  • Massima flessibilità di design – adatta anche per i punti di più difficile accesso
  • Processo senza contatto 
    - e quindi nessuna usura degli utensili e nessun costo per materiali di consumo come prodotti chimici, inchiostro o altro 
    il materiale rimane libero da pressioni, tensioni e fissaggi, dunque sono garantiti risultati uniformi e costanti
  • Superficie intatta (cambio di colore)
  • Facile movimentazione, nessun pre- o post- trattamento richiesto

Tipi di laser

Durante la marcatura attraverso esposizione a raggio laser i materiali plastici subiscono cambiamenti ottici in superficie. Vengono impiegati diversi supporti laser che differiscono nel modo in cui il laser viene generato. Esistono laser a gas, laser a coloranti organici e laser a stato solido. Durante la marcatura del materiale plastico il risultato è influenzato non solo dal tipo di laser ma anche dalla lunghezza d'onda impiegata. Per la maggior parte delle applicazioni le sorgenti ideali sono i laser a stato solido come Nd:YAG, i laser a fibra e laser a CO2.

Ensinger ha affettuato con successo numerose prove con laser a stato solido Nd:YAG. Questo laser è infatti tra quelli principalmente impiegati nella pratica comune. La sigla Nd:YAG indica un laser a stato solido che utilizza come mezzo attivo un granato di ittrio e alluminio drogato con neodimio. I migliori risultati sono stati ottenuti ad una lunghezza d'onda di 1064nm - questa è anche quella più frequentemente utilizzata.

Campi di applicazione

La marcatura laser sta sostituendo sempre più spesso i metodi tradizionali di stampa. In particolare nell'etichettatura dei materiali plastici, la stampa a laser è diventata un metodo più che consolidato. Soprattutto è diventata sempre più importate per assicurare la qualità e la tracciabilità dei prodotti. Ai materiali plastici vengono frequentemente assegnati codici a barre, numeri articolo o numeri di lotto per un'identificazione univoca. Sono innumerevoli le applicazioni che ne traggono vantaggio in termini industriali, tra le quali:

  • Involucri in plastica
  • Componenti elettronici
  • Schede elettroniche per parti di automobili
  • Utensili e manipoli

plastiche idonee alla marcatura laser

Non tutti i materiali plastici ad elevate prestazioni sono intrinsecamente predisposti ad essere marcati a laser. Per esempio, il POM (resina acetalica) e il PA (poliammide), se non modificati di solito non mostrano nessun cambiamento di colore al momento della marcatura con laser Nd:YAG. Per questo Ensinger offre un selezionato portafoglio di semilavorati plastici perfettamente idonei alla marcatura a laser. Tra questi sono inclusi il TECAFORM AH LM white, il TECASON P MT e il TECAPEEK natural. Marcare a laser il POM, in particolare, è spesso una sfida, ed è per questo motivo che è stato creato il TECAFORM AH LM white, un POM modificato con un apposito additivo sensibile al laser.

 

Sulla base della nostra esperienza (con laser Nd:YAG a lunghezza d'onda di 1064 nm), i seguenti semilavorati plastici possiedono ottime proprietà per la marcatura laser:

TECAFORM AH LM white

TECAFORM AH LM white è un POM-C idoneo alla marcatura laser (UV) e conforme ai requisiti per l'industria alimentare e farmaceutica.
PPSU Radel Medical Plastic Material TECASON P MT black

TECASON P MT black

Il TECASON P MT black è adatto per applicazioni per l’industria medicale. Il PPSU di grado medicale offre prestazioni migliorate in ambito di temperatura, resistenza agli urti e resistenza chimica.