autoclavable plastics, sterilisation resistant

Materiali plastici sterilizzabili e autoclavabili

La sterilizzazione di dispositivi e componenti fatti in materiale plastico è studiata per distruggere il maggior numero possibile di microrganismi, batteri, virus, alghe e tutte le loro spore. Ci sono molti metodi di sterilizzazione utilizzabili per i materiali plastici. In base al tipo di processo utilizzato, alcuni materiali risultano più resistenti rispetto ad altri.

Materiali plastici sterilizzabili IN AUTOCLAVE con vapore 

In conformità con la norma DIN EN 285, tutte le superfici degli oggetti da sterilizzare devono essere esposte a vapore acqueo saturo puro a 134 °C per almeno tre minuti. La sterilizzazione a vapore o in autoclave è considerato il metodo di sterilizzazione più sicuro ed economico. Tuttavia, le elevate temperature utilizzate rendono il metodo meno idoneo per materiali sensibili a calore e idrolisi.

  • PEEK grado medicale
    TECAPEEK MT non mostra una perdita significativa di proprietà meccaniche, anche dopo più di 1.500 cicli di sterilizzazione. Allo stesso modo, dopo 1.500 cicli, non sono visibili altri effetti negativi come scolorimento, ingiallimento o calcificazione.
  • PPSU grado medicale
    TECASON P MT non mostra una perdita significativa di proprietà meccaniche fino a 800 cicli di sterilizzazione. Al di sotto dei 1.000 cicli non è visibile uno scolorimento significativo. 
  • POM-C grado medicale
    TECAFORM AH MT non mostra una perdita significativa di proprietà meccaniche fino a 800 cicli di sterilizzazione. Tuttavia, già dopo 200 cicli di sterilizzazione si può notare uno scolorimento. Dopo circa 500 cicli di sterilizzazione è possibile notare inoltre un ingiallimento.
  • PP grado medicale
    TECAPRO MT non mostra una perdita significativa di proprietà meccaniche fino a 800 cicli di sterilizzazione. Tuttavia, è possibile notare scolorimento e ingiallimento dopo circa 200 cicli di sterilizzazione (non visibile sul TECAPRO MT black). 

I test sono stati effettuati sottoponendo i provini solo a test di sterilizzazione, senza alcun ciclo di pulizia aggiuntivo. La temperatura di sterilizzazione è impostata a 134°C con un tempo di esposizione di 10 min. e un tempo di asciugatura di 20 min., con pressione della camera a 3 bar. Non sono stati indagati effetti legati a liquidi di pulizia (es. Ecolab, Borer, ecc.). In base all'esperienza, si può affermare che i cicli di pulizia hanno un’influenza significativa sulla resistenza alla sterilizzazione, in modo diverso a seconda della resistenza chimica dei singoli materiali. In particolare, PP e POM-C sono particolarmente sensibili a questi attacchi chimici, per cui si presuppone che il numero reale di cicli di sterilizzazione sostenibili sia significativamente più bassa di quanto indicato. Comunemente, per il PP si considerano 200 cicli di sterilizzazione e per il POM-C circa 300-400 cicli.

altri metodi di sterilizzazione

Aria calda

Con la sterilizzazione ad aria calda, i germi vengono uccisi grazie all'elevata temperatura del calore secco (180°C) per un periodo di almeno 30 minuti. Questo processo non è più permesso a causa del numero troppo alto di fattori di incertezza ed è stato ora sostituito nella maggior parte dei casi da altri metodi.

I materiali grado medicale molto resistenti all’aria calda sono:

  • TECAPEEK MT
  • TECAPEEK MT CF30
  • TECAPEEK MT CLASSIXTM

I materiali MT resistenti sono:

  • TECASON P MT

TECAFORM AH MT e TECAPRO MT non sono invece resistenti a tali temperature.

Plasma

La sterilizzazione con plasma di perossido di idrogeno è adatta per tutti i tipi di materiali plastici, tuttavia, è costosa e richiede apparecchiature sofisticate. Gli ossidrili altamente reattivi e i radicali idrossilici uccidono i microrganismi a temperature di solo 45°C in un periodo da 45 a 80 minuti; il plasma viene poi rimosso mediante ventilazione. Il rischio di corrosione è quasi inesistente e non rimangono residui tossici, che renderebbero necessario un degasaggio prolungato.

I materiali di grado medicale resistenti al plasma sono:

  • TECAPEEK MT
  • TECAPEEK MT CF30
  • TECAPEEK MT CLASSIXTM
  • TECASON P MT
  • TECAFORM AH MT
  • TECAPRO MT

Formaldeide e ossido di etilene

La sterilizzazione mediante gas microbicidi come formaldeide o ossido di etilene viene sempre effettuata a temperature tra i 48 e i 60°C. Grazie alle basse temperature, questo procedimento è adatto per materiali sensibili alla temperatura. L’efficacia della formaldeide è paragonabile a quella dell’ossido di etilene, ma la sua minore tossicità consente tempi di degasaggio inferiori. Entrambi i metodi sono usati soprattutto per dispositivi monouso.

Materiali di grado medicale resistenti ai gas per sterilizzazione sono:

  • TECAPEEK MT
  • TECAPEEK MT CF30
  • TECAPEEK MT CLASSIXTM
  • TECASON P MT
  • TECAFORM AH MT
  • TECAPRO MT

Sterilizzazione con radiazioni gamma

La sterilizzazione con radiazioni è un metodo delicato, adatto a diversi materiali plastici, che utilizza raggi gamma oppure un fascio di elettroni fortemente accelerati. Questi procedimenti implicano l'utilizzo di apparecchiature costose, e sono quindi utilizzati prevalentemente per la sterilizzazione di prodotti monouso su scala industriale.

I materiali di grado medicale molto resistenti alle radiazioni gamma sono:

  • TECAPEEK MT
  • TECAPEEK MT CF30
  • TECAPEEK MT CLASSIXTM

I materiali MT resistenti sono:

  • TECASON P MT

TECAFORM AH MT e TECAPRO MT non sono invece resistenti.